Interventi

‹ torna a interventi

Il Crocifisso di Silea (Tv)

10.04.2019

L’opera in esame è un Cristo crocifisso, proveniente dalla chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo di Silea (Tv).

La scultura era completamente rimaneggiata e perciò la lettura dello strato originale appariva difficoltosa.
Il supporto ligneo era costituito da blocchi di legno pieno giuntati verticalmente. Erano presenti alcune fessurazioni dovute al ritiro dimensionale del legno: la più grave correva verticalmente dalla nuca, sul collo fino alla fine del perizoma e spaccava la figura in due metà. Si osservavano danni e rosura a terra per attacchi in atto di insetti xilofagi.
La scultura era interamente ricoperta da due strati di rifacimento integrale con colore sintetico. Sulla testa era posta una aureola a disco, non originale. Le dita delle mani era rifatte in modo estremamente grossolano.
Erano presenti numerosi distacchi di colore e perdite localizzate. Le superfici erano ricoperte da uno spesso strato di polvere e sporcizia, dato che la scultura era stata conservata in un magazzino per lungo tempo.

 

Nell’intervento di restauro, l’opera è stata preliminarmente trattata in modo da disinfestare il legno dagli insetti, In seguito si è proceduto con il rifissaggio delle due metà della figura, la saldatura delle braccia, il rimodellamento delle dita mancanti e il consolidamento della pellicola pittorica dove necessario. In seguito, si è proceduto con l’attenta e minuziosa asportazione degli strati pittorici sovrammessi, al fine di riportare in luce la policromia originale.

Una sapiente opera di integrazione pittorica, condotta a tratteggio corto e minuto in modo da ripristinare l’effetto ottico della policromia originale abrasa, ma senza “chiudere” eccessivamente la superficie, ha conferito infine un effetto vibrato di colore, al fine di ottenere il miglior equilibrio cromatico generale.